Le conoscenze e le competenze delle persone rappresentano per il Gruppo ENAV uno dei fattori chiave per il mantenimento dei massimi livelli di eccellenza, in termini di sicurezza, capacità operativa, efficienza economica e impatto ambientale. Risulta pertanto vitale porre in essere azioni concrete per attrarre persone di talento all’interno dell’azienda e garantire loro formazione e crescita professionale continua.

La selezione del personale

ENAV ha definito un processo strutturato per la selezione del personale fondato sui principi di diversità e pari opportunità, che consenta di valorizzare appieno e senza discriminazioni le competenze e il valore di ciascun candidato.

In particolare, il processo di selezione del personale è regolato da una Procedura di Qualità certificata UNI EN ISO 9001, che consente di garantire ai candidati massima trasparenza, pari opportunità, omogeneità e oggettività dei criteri di valutazione, nonché la riservatezza di qualunque informazione personale fornita all’azienda.

Il processo di ricerca e selezione consente dunque al Gruppo di identificare sul mercato del lavoro i profili dotati delle competenze e delle esperienze necessarie per rispondere alle necessità espresse dalle differenti funzioni aziendali e affrontare le sfide presenti e future a cui il Gruppo deve far fronte.

Inoltre, in ENAV è presente un processo di selezione interna che consente ai dipendenti del Gruppo di candidarsi alle posizioni aziendali aperte che maggiormente si allineano con le loro competenze e profilo professionale.

La formazione dei dipendenti e le attività di change management

Nel corso del 2018 il Gruppo ha posto un’attenzione sempre maggiore alle attività di change management e ha messo in atto un importante processo di riorganizzazione nell’ambito del presidio del capitale umano e del cambiamento che ha portato alla creazione di una struttura dedicata di «Human Capital and Change Management».

In aggiunta alla selezione di nuovi profili da inserire in azienda, è fondamentale per il Gruppo, in linea con gli obiettivi del Piano Industriale, promuovere il miglioramento continuo delle conoscenze, competenze e capacità tecniche dei propri dipendenti, con l’obiettivo di supportare la crescita continua di ENAV e dare una risposta concreta ai futuri sviluppi tecnologici e di business.

Sul piano dello sviluppo continuo delle competenze, il Gruppo coinvolge i propri dipendenti in attività di formazione manageriale e specialistica, in considerazione del ruolo ricoperto da ogni persona in azienda e delle nuove sfide richieste dal mercato. In particolare, nel corso dell’anno la formazione dei dipendenti ha riguardato principalmente la diffusione del modello per la gestione integrata dei progetti (modello PMI), l’incremento e il mantenimento della conoscenza della lingua inglese, il miglioramento delle tecniche di comunicazione, l’aggiornamento normativo in merito al codice degli appalti per i dipendenti della Struttura Service Center, l’avvio di un programma di coaching per la Struttura Finance e Procurement e lo sviluppo generale delle competenze del personale assunto al fine di facilitarne l’ingresso nel mondo ENAV.

Nel corso dell’anno il Gruppo ha definito percorsi e attività formative volte al raggiungimento degli obiettivi definiti per lo sviluppo delle competenze dei dipendenti. Per quanto riguarda la formazione ai neoassunti, ENAV e Techno Sky hanno definito uno specifico percorso di induction, volto alla diffusione della cultura aziendale e a supportare le persone ad integrarsi al meglio nel nuovo ambiente lavorativo. In un’ottica di diffusione del modello per la gestione integrata dei progetti, il Gruppo ha attivato specifici corsi di preparazione all’esame di certificazione PMP (Project Management Professional) per i Project Manager e ha coinvolto il personale delle Strutture Audit, Operations e Technology in attività di alfabetizzazione sul tema del Project Management. A favore del personale della Struttura Comunicazione ENAV ha attivato un corso di comunicazione e realizzazione video attraverso l’utilizzo di strumenti di uso comune quali smartphone e tablet. Sono inoltre proseguiti nel corso dell’anno gli incontri one-to-one in lingua inglese per dirigenti, i corsi multimediali per impiegati e quadri e i workshop tematici interfunzionali. Infine, il Gruppo ha attivato un percorso di coaching, articolato in 4 incontri di team coaching e 4 incontri individuali per i responsabili della Struttura Finance e Procurement. L’intero processo di formazione è regolato nell’ambito del Sistema di Gestione per la Qualità di ENAV. Secondo quanto previsto dalla procedura, ENAV verifica il raggiungimento degli obiettivi attraverso la somministrazione di questionari di gradimento a tutti i partecipanti in aula e ai corsi a catalogo, di norma entro 5 giorni dal termine dell’attività formativa. Inoltre, somministra questionari di efficacia, solo per i corsi in aula identificati in fase di progettazione, ai responsabili dei partecipanti, a distanza di circa 6 mesi dalla conclusione dell’attività formativa.

Per quanto riguarda Techno Sky, la formazione manageriale e specialistica comprende: la formazione sui temi di salute e sicurezza sul lavoro, in ottemperanza alle richieste del D.Lgs. 81/2008; l’aggiornamento normativo tramite il corso Appalti e la formazione sulle normative ISO/IEC; la formazione tecnica per alcune tipologie di attività, tra cui l’ottenimento dell’attestato per Frigoristi e il rilascio dei Patentini F-GAS; lo svolgimento di master professionali per profili di area tecnica e, infine, la formazione di lingua inglese.

Le trasformazioni del Gruppo ENAV, e in particolare le dinamiche del settore e la quotazione in borsa nel 2016, hanno reso inoltre necessario, accanto alle attività di formazione che l’azienda pone costantemente in essere, l’avvio di un processo di cambiamento finalizzato all’introduzione di modelli di management e di leadership coerenti.

La qualità del management è infatti uno degli indicatori non finanziari più importanti per gli investitori istituzionali. Oggi il team di management deve avere un giusto mix di esperienze e competenze, esprimere un elevato livello di coesione e integrazione, essere molto efficace nel breve periodo, mantenendo al contempo un orientamento a lungo termine. Tutto ciò perché il team di management è chiamato a guidare una trasformazione aziendale che deve coniugare i valori alla base dei risultati conseguiti con la necessità di adattarsi rapidamente al nuovo contesto.

Al contempo, queste trasformazioni toccano tutti i livelli dell’organizzazione, ed è quindi necessario sviluppare una consapevolezza diffusa nelle persone che operano in azienda, sulla necessità di realizzare i cambiamenti nella prospettiva di generare valore per il cliente, l’azionista e le persone stesse.

In questa fase di vita dell’azienda sono dunque necessarie persone ancor più motivate e competenti, che sappiano svolgere con autonomia e iniziativa il loro lavoro e che siano capaci di collaborare in team integrati. Il coinvolgimento, la fiducia nelle persone, la corresponsabilizzazione nei risultati, il riconoscimento per i successi ottenuti, la percezione di un lavoro stimolante e la fiducia nel management sono presupposti indispensabili per un ambiente favorevole all’impegno personale, caratterizzato dal senso di appartenenza all’azienda. Per questo motivo nel corso del 2018 il Gruppo ha posto un’attenzione sempre maggiore alle attività di change management e ha messo in atto un importante processo di riorganizzazione nell’ambito del presidio del capitale umano e del cambiamento che ha portato alla creazione di una struttura dedicata di «Human Capital and Change Management».

Nel corso dell’anno il Gruppo ha inoltre provveduto alla definizione e al consolidamento delle metodologie per la gestione del processo di Management Review per i ruoli chiave dell’organizzazione, definendo anche un succession plan, che ha riguardato, in primis, le figure dei dirigenti strategici.

Per quanto concerne le esperienze e le conoscenze del management, il Gruppo ha definito un processo di analisi periodica delle competenze del middle management e la successiva definizione di opportune strategie di sviluppo, che comprendono l’introduzione di un assessment preliminare, la formazione per i nuovi manager e azioni di coaching per le risorse che dimostrano un buon potenziale di sviluppo.

PARTECIPANTI DEL GRUPPO ENAV COINVOLTI IN FORMAZIONE NON OPERATIVA

1.451

PARTECIPANTI DEL GRUPPO ENAV COINVOLTI IN FORMAZIONE NON OPERATIVA 1

ORE DI FORMAZIONE NON OPERATIVA EROGATA

10.935

ORE DI FORMAZIONE NON
OPERATIVA EROGATA

DI CUI ORE DI FORMAZIONE

5.323

DI CUI

ORE DI E-LEARNING

1 La formazione non operativa ricomprende la formazione di legge, la formazione linguistica e la formazione manageriale e specialistica.