Il Gruppo ENAV è stato l’unico, fra i 5 maggiori service provider europei, ad implementare il Free Route e con esso ha completato il piano di riorganizzazione dello spazio aereo italiano, avviato nel 2014, che garantisce di raggiungere la massima efficienza del volo, generando benefici sia per le compagnie aeree sia per l’ambiente.

Per “finanziamenti significativi” devono intendersi tutti quelli in grado di apportare benefici, per ENAV e per l’Unione Europea, contribuendo a creare una Comunità Europea più sostenibile.

Tale sostenibilità viene perseguita a livello europeo attraverso la valutazione, da parte dei vari enti che erogano i finanziamenti, anche degli impatti in ambito sociale e ambientale connessi alle proposte di progetto di volta in volta presentate dai vari candidati.

ENAV è particolarmente attenta a tali aspetti che vengono valutati fin dalla fase di predisposizione di ciascuna proposta di finanziamento. In tale fase vengono infatti poste in essere tutte le attività preordinate alla valutazione degli eventuali impatti che il progetto, in caso di aggiudicazione della proposta, potrebbe avere sia sotto il profilo ambientale sia sotto il profilo sociale. Tali attività consistono nell’esaminare e dare attuazione alla normativa europea e nazionale di riferimento oltre che nel garantire l’applicazione pedissequa delle vigenti procedure aziendali.