Considerati gli obiettivi fissati dall’Unione Europea con la creazione del Single European Sky, e la conseguente necessità di assumere una visione comune sulla modernizzazione del sistema di gestione del traffico aereo, ENAV ha assunto un ruolo strategico in tutte le attività legate al Single European Sky.

L’attenzione di ENAV nei confronti della community dell’aviazione civile non si sostanzia solo attraverso i servizi offerti ma anche attraverso le collaborazioni e partecipazioni con enti e istituzioni nazionali e internazionali.

A livello nazionale ENAV si coordina con i Ministeri di riferimento (Ministero dell’Economia e delle Finanze e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) e con l’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), l’Autorità che si occupa di regolazione tecnica, certificazione, controllo e vigilanza nel settore dell’aviazione civile in Italia. Inoltre, collabora costantemente con le altre istituzioni di settore quali l’ANSV (Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo), l’AM (Aeronautica Militare) ed altre organizzazioni ed attori del settore (ad esempio le società di gestione aeroportuale e le compagnie aeree).

In Europa, ENAV partecipa attivamente ad accordi di cooperazione, partnership e programmi multilaterali ed è parte integrante di iniziative legate al Cielo Unico Europeo promosse dalla Commissione europea, da EASA, da EUROCONTROL e da altri enti ed organizzazioni comunitarie. A livello internazionale, sia globale sia regionale, è inoltre impegnata in una serie di attività rilevanti in seno all’ICAO (International Civil Aviation Organisation) e CANSO (Civil Air Navigation Services Organisation). Per meglio comprendere l’importante ruolo di queste associazioni di settore è opportuno precisare che:

  • L’ICAO è un’agenzia autonoma delle Nazioni Unite che ha lo scopo di definire i principi e le tecniche della navigazione aerea internazionale, delle rotte e degli aeroporti e promuovere la progettazione e lo sviluppo del trasporto aereo internazionale rendendolo più sicuro e ordinato;
  • CANSO è l’associazione di categoria a livello globale per le società fornitrici del servizio di navigazione aerea (ANSP) e ne rappresenta gli interessi. Gli ANSP membri di CANSO gestiscono oltre l’85% del traffico aereo mondiale e attraverso i suoi gruppi di lavoro, i membri condividono informazioni e sviluppano nuove politiche, con l’obiettivo di migliorare i servizi di navigazione aerea. ENAV è membro CANSO e partecipa alle attività di governance e tecniche
  • L’EASA è l’Agenzia europea per la sicurezza aerea (European Aviation Safety Agency), organo di regolamentazione, controllo e definizione di massimi livelli comuni di safety, per quello che riguarda il settore dell’aviazione civile dell’Unione Europea;
  • EUROCONTROL è un’organizzazione intergovernativa, il cui scopo principale è di sostenere lo sviluppo e il mantenimento di un efficiente sistema di controllo del traffico aereo a livello europeo, supportando in questo le autorità nazionali dell’aviazione civile, gli ANSP e gli utenti dello spazio aereo civili e militari, il settore industriale, le organizzazioni professionali e le competenti istituzioni europee. Ricopre l’importante ruolo di Network Manager conferitogli dalla Commissione europea nel 2011. 

ENAV è anche full member dell’organizzazione EUROCAE, che è responsabile delle attività di standardizzazione dei sistemi ad elevato valore tecnologico, e partecipa alla governance attraverso l’assemblea generale annuale. ENAV è molto attiva nei gruppi di lavoro tematici di interesse per la Società in particolare quelli legati alle nuove tecnologie come le torri remote, i droni, la sorveglianza aeroportuale e satellitare.

Considerati gli obiettivi fissati dall’Unione Europea con la creazione del Single European Sky, e la conseguente necessità di assumere una visione comune sulla modernizzazione del sistema di gestione del traffico aereo, ENAV ha assunto un ruolo strategico in tutte le attività legate al Single European Sky, quali a titolo esemplificativo: il Functional Airspace Block BLUE MED (che vede membri oltre all’Italia anche Cipro, Grecia e Malta), le attività del Network Manager europeo e anche la partecipazione diretta, in qualità di full member, alla SESAR Joint Undertaking ed al SESAR Deployment Manager.

La SESAR Joint Undertaking (SJU) è il partenariato pubblico-privato costituito per la prima volta nel 2008 e rinnovato nel corso del 2016, con l’obiettivo di condurre il Programma di Ricerca e Sviluppo europeo SESAR (Single European Sky ATM Research) con un orizzonte temporale di attività fino al 2024. L’intera comunità aeronautica è rappresentata nella partnership SJU a testimonianza del forte processo di modernizzazione in atto: EUROCONTROL e la Commissione europea come membri fondatori e 19 Full Members (fra cui ENAV) in rappresentanza di tutta l’industria ATM europea, per un totale di più di 110 aziende e 3.000 esperti coinvolti nei progetti SESAR. ENAV è membro della SJU sin dall’agosto 2009 e ha svolto un ruolo di primo piano in tutte le attività progettuali e di governance della SJU, contribuendo con le proprie risorse a guidare il processo di cambiamento e di modernizzazione del sistema ATM europeo.

Per ENAV la membership in SESAR Joint Undertaking, oltre a rappresentare la conferma della propria autorevolezza in campo ATM a livello europeo, costituisce anche un’opportunità preziosa di partecipazione diretta all’orientamento delle scelte strategiche correlate alla progettazione, allo sviluppo ed alla gestione dei sistemi ATM di nuova generazione, salvaguardando i già cospicui investimenti messi in campo per garantire un servizio sempre all’avanguardia alla propria comunità di utenti, sia internazionali sia nazionali.

Il SESAR Deployment Manager è stato istituito dalla Commissione europea con il compito di sincronizzare e armonizzare, a livello europeo, l’implementazione dei sistemi e delle procedure nel campo dell’ATM.

ENAV ricopre inoltre un ruolo di primaria importanza all’interno dell’Alleanza A6 tra i principali ANSP (Air Navigation Service Provider) europei. Il suo obiettivo è guidare la modernizzazione del network ATM europeo in linea con gli obiettivi di SESAR, a beneficio degli utenti dello spazio aereo. I partner dell’Alleanza A6, uniti da un Memorandum of Cooperation – sono membri a pieno titolo della SESAR JU – e ad essi è riconosciuto un ruolo di primaria importanza nel rappresentare gli interessi dell’Industria ATM e nell’implementazione di tecnologie e concetti definiti in ambito SESAR.

Gli A6 partecipano alle attività legate al programma SESAR, concentrando le proprie attività sull’operational deployment delle tecnologie definite in SESAR 1. L’A6 Alliance è parte degli organi direttivi della SESAR Deployment Alliance (SDA), la Legal Entity di diritti belga per la gestione delle attività del Deployment Manager costituitasi il 1° gennaio 2018. ENAV partecipa alle attività degli A6 nei gruppi di governo e nei gruppi di lavoro di carattere tecnico, contribuendo nel dettaglio con i propri esperti al processo di modernizzazione dell’infrastruttura ATM europea. Nel 2018 l’Alleanza A6 ha avviato, inoltre, una collaborazione con EUROCONTROL per la realizzazione del SES Digital Backbone che prevede l’implementazione di un’infrastruttura di scambio dati condivisa.

Infine, nel corso del 2018 ENAV ha confermato e rafforzato il suo impegno nel supportare l’obiettivo dell’Alleanza A6 di contribuire proattivamente al processo di modernizzazione dell’ATM europeo attraverso la nomina di Roberta Neri, Amministratore delegato di ENAV, quale presidente dell’Alleanza A6. La nomina è stata recentemente estesa a tutto il 2019.

ENAV coordina inoltre il progetto FAB BLUE MED, volto alla creazione di un Blocco Funzionale di Spazio Aereo nell’area centro/sud-orientale del Mediterraneo, con il coinvolgimento primario di Stati comunitari (Cipro, Grecia e Malta oltre all’Italia) e non comunitari, quali l’Albania, la Tunisia e l’Egitto promuove il coinvolgimento di paesi dell’area come Israele e FYROM.

ENAV dunque è membro effettivo di alcune tra le più importanti organizzazioni e iniziative internazionali e ciò consente di svolgere un ruolo attivo sulla governance delle stesse (anche con la partecipazione ai meeting ed alle assemblee). La presidenza di numerosi e importanti gruppi decisionali e di lavoro (in particolare nel contesto di A6, ICAO, Eurocontrol e CANSO) inoltre, su materie di diretto interesse per il controllo del traffico aereo, consente di perseguire quei valori aziendali che, come detto, tendono prima di tutto a tutelare gli interessi della nostra community dell’aviazione civile.

Limitatamente al periodo oggetto di questa analisi, il 2018, vale la pena concentrare l’attenzione sulle iniziative svolte da ENAV nelle citate organizzazioni:

INIZIATIVE
OrganizzazioneAttività
ESSPÈ stata svolta e continua la fornitura del servizio di navigazione satellitare EGNOS.
AIREONÈ stato svolto ed è in corso il setup dell'infrastruttura di sorveglianza satellitare, in vista
dell’operatività del servizio. In questo contesto, ENAV, che ospita nel suo Centro Tecnico di Roma
Ciampino uno dei primi Aireon Service Delivery Point (SDP), svolge attività di convalida dei dati e
contribuisce alle certificazioni.
SESAR JUSono state svolte le attività previste nel quadro SESAR. In particolare nel 2018 sono state
ulteriormente consolidate le attività del cosiddetto SESAR1, la prima serie di attività coordinate
di Ricerca e Sviluppo a livello europeo, in cui ENAV ha partecipato ad una serie di esercizi che
hanno dimostrato la fattibilità di concetti operativi innovativi all’interno dei principali domini del
controllo del traffico aereo: a livello aeroportuale, in fase di avvicinamento ed in fase di sorvolo.
Tali attività sono inserite oggi nel catalogo delle “SESAR Solutions”, pronte per l’implementazione
locale o su scala europea.
In aggiunta, sono in corso le attività progettuali inserite nel quadro delle attività SESAR2020,
che proveranno la praticabilità di tecnologie e concetti innovativi strategici per ENAV e che
introdurranno importanti miglioramenti (economici, a livello di sicurezza ed ambientali) a beneficio
della comunità dell’aviazione civile. Il Gruppo ENAV è impegnato con più di 20 validazioni
di cui 14 già eseguite nell’arco del 2017 e del 2018. Si evidenzia che è in corso la fase di
contrattualizzazione della seconda fase del programma (Wave2), il cui avvio è previsto entro la
fine del 2019.
SESAR DMSono state svolte e sono in corso le attività progettuali previste nel deployment programme europeo.
I progetti al momento coordinati dal SDM sono 350, di cui più di 100 sono completati con
sostanziali benefici di performance. Si stima che i 350 progetti, una volta conclusi, porteranno oltre
7 mln di tonnellate di CO2 in meno grazie a profili di volo più efficienti, nonché ad un aumento di
network capacity con oltre 300 mln di minuti di ATFM delay in meno. In particolare ENAV porta
avanti oltre 30 progetti implementativi che appena messi in operazione porteranno elevati benefici
alla comunità dell’aviazione civile, in termini di puntualità, miglioramento delle performance per
le linee aeree, come importanti miglioramenti per i passeggeri, in termini di riduzione dei costi,
sostenibilità ambientale e sicurezza.
A6L’alleanza A6 ha sviluppato attività di coordinamento tra gli ANSP europei maggiormente rilevanti
sui temi più importanti per il sistema di gestione del traffico aereo europeo. In particolare, nel 2018
sono stati attivati importanti coordinamenti con Eurocontrol per la realizzazione di una struttura a
supporto dell’infrastruttura di scambio dati condivisa.
ICAONel 2018 ENAV ha assunto la presidenza del massimo organo decisionale di ICAO a livello
Europeo, con un perimetro che abbraccia 56 Stati membri, inclusa la Federazione Russa, gli Stati
dell’area euro-asiatica e del nord Africa.